Tag:

Come un Romanzo di Daniel Pennac

Difficile descrivere sommariamente questo testo per darne un?idea ad un eventuale lettore interessato alla lettura del libro di Pennac, e difficile farlo proprio perché andrebbe contro uno dei punti salienti del testo

6.486 views No Comment
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading ... Loading ...

Scheda del Libro

Titolo Come un Romanzo
Autore Daniel Pennac
Uscita 1993
Editore Feltrinelli
Pagine 139
Recensito da Alessandra
ISBN 9788807816055
Anteprima
Genere Narrativa Straniera

Recensione/Trama

Difficile descrivere sommariamente questo testo per darne un’idea ad un eventuale lettore interessato alla lettura del libro di Pennac, e difficile farlo proprio perché andrebbe contro uno dei punti salienti del testo. Riassumere in poche righe i molti concetti esposti in poche pagine, se vogliamo, non è cosa facile. L’autore riesce infatti nell’impresa di concentrare in poche righe tantissime idee, moltissimi consigli e soprattutto innumerevoli osservazioni fatte in anni di lavoro a contatto diretto col mondo dei giovani. Professore di francese in un liceo parigino appunto, Pennac espone in ?come un romanzo? tutte le riflessioni scaturite da anni di insegnamento, ma soprattutto anni in cui il contatto giornaliero con i ragazzi è stato, senza dubbio per lui, fonte d’ispirazione e di esperienza. ??viceversa, noi che abbiamo letto e affermiamo di voler diffondere l’amore per il libro, preferiamo troppo spesso il ruolo di commentatori, interpreti, analisti, critici, biografi, esegeti di opere rese mute dalla devota testimonianza che diamo della loro grandezza. Imprigionata nella fortezza delle nostre competenze, la parola dei libri lascia il posto alla nostra parola. Invece di permettere all’intelligenza del testo di parlare per bocca nostra, ci affidiamo alla nostra personale intelligenza, e parliamo del testo. Non siamo gli emissari del libro, ma i custodi giurati di un tempio di cui vantiamo le meraviglie con parole che ne chiudono le porte: bisogna leggere! . Ed è proprio su quest’ultima affermazione che Pennac si dibatte parecchio: Bisogna leggere!.

Quanti di noi se lo saranno sentiti ripetere innumerevoli volte da adolescenti, magari proprio quei stessi ragazzi che da piccolini imploravano i propri genitori perché leggessero loro un bella storia. E allora cosa succede a quei ragazzi, un tempo affascinati dalla lettura di un libro e poi fuggiaschi impauriti o forse annoiati o forse semplicemente ignari del piacere del leggere? Pennac cerca quindi di rispondere proprio a questa domanda nelle pagine del testo, elargendo consigli però, non lezioni di vita!! Espone poi le ricchezze che la lettura può riservare a coloro i quali hanno avuto il piacere di conoscerla ed apprezzarLa, anzi amarLa! Leggere, si impara a scuola. Quanto ad amare a leggere E infine Pennac dal libro trasferisce la sua attenzione al lettore, e qui probabilmente ha inizio la parte più famosa e conosciuta del testo, costituita da un elenco di 10 diritti che ogni buon lettore non può dimenticare. Poiché come dice Pennac stesso: ?..se vogliamo che mio figlio, mia figlia, i giovani leggano è tempo di concedere loro i diritti che accordiamo a noi stessi: 1. Il diritto di non leggere. 2. Il diritto di saltare le pagine. 3. Il diritto di non finire un libro 4. Il diritto di rileggere. 5. Il diritto di leggere qualsiasi cosa. 6. Il diritto al bovarismo. 7. Il diritto di leggere ovunque. 8. Il diritto di spizzicare. 9. Il diritto di leggere a voce alta. 10. Il diritto di tacere. Alla curiosità del lettore quindi approfondire questo elenco concedendosi qualche ora in compagnia di questo libro, ritagliando un pochino di tempo (il libro scorre tutto d’un fiato!!) tra un impegno e l’altro, perché come Pennac stesso ci ricorda: ??A quale dei miei impegni rubare quest’ora di lettura quotidiana? Agli amici? Alla TV? Agli spostamenti? Alle serate in famiglia? Ai compiti?…[ ] ?[ ] Il tempo per leggere è sempre tempo rubato. ( Come il tempo per scrivere, d’altronde, o il tempo per amare.)..?


Annunci Google



Recensioni Sponsorizzate


Stampa Foto Calendari

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Lasciaci un tuo commento

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.